HOME
 
CHI SIAMO
 
PUBBLICAZIONI
 
AUTORI
 
PERIODICI
 
DIDATTICA
 
LESSICO
 
BIBLIOGRAFIA
 
RECENSIONI
 
EVENTI
 
CREDITS
Vai all'indice di questa sezione

Ricerca avanzata

TEMI

arte aspirazioni colori contatti con altri paesi costumi emigrazione flora e fauna gente geografia giornalismo istruzione italia ed europa leggende limiti lingua modi di dire nazioni extraeuropee religiositÓ riferimenti letterari storia

Geografia

Cagliari, Tipografia del Corriere di Sardegna, 1875

Elodia e la repubblica sassarese. Romanzo storico

Marcello Cossu

p. 32
Prima di tutto debbo dirvi che io sono di ritorno da Plovace, ove appunto colei prese albergo.

geografia, lingua

p. 37
Ai piedi dell'altipiano in cui si sorgono le rovine del monastero e la chiesetta, evvi un gran vallone irrigato da un torrente e da varie fontane di acque freschissime. Inallora questo vallone offriva un bellissimo aspetto; esso era coltivato con molta cura dai monaci di Vallombrosa come lor feudo a vigneti. A ulivi, a melarancie e fruttaglie. Ormai il solo modesto vomere lo solca. In questo luogo appunto e lungo le coste della torrente si eseguiva la corsa del palio; il vallone e l'altipiano facevano agli aspettatori le veci di steccato.

flora e fauna, geografia, italia ed europa, lingua, religiositÓ

pp. 37-39
In questo luogo appunto e lungo le coste del torrente si eseguiva la corsa del palio: il vallone e l'altipiano facevano agli aspettatori le veci di steccato. Dopo una mezzora circa, i vari  barberi erano arrivati al sito destinato per la corsa, i graziosi fantini tosto li inforcarono, e ormai erano tutt'orecchi per ascoltare il segno che si doveva dare da un maggiore di Salvenero. Questi finalmente tolse un corno e vi soffiò forte - i fantini gridarono ad una voce: << Uno - seguì un secondo suono; e quelli: << Due  - finalmente un terzo che però si perdette tra il rimbombo del terreno calpestato dai corsieri, fra un nuvolone di polvere e le grida frenetiche degli aspettatori. Eccoli, eccoli! - gridava la maggior parte di essi, - Domine aiutali; San Michele assisteteli... - Da lontano si vedevano infatti i diversi corsieri correre con un impeto straordinario e contendersi con ansia indescrivibile il primo posto avanti; quindi raggiungersi, di superarsi, quando uno quando l'altro, ma finalmente vincere quello sopra tutti prevaleva. Ben diceva io, - esclamavano tanti, - che il baio dorato di Plovace avrebbe vinto il primo premio; ecco vedetelo è arrivato già alla metà del palio. - E quì battimani e giubilanti grida - Il secondo giunge or ora; esso e il nero di  Bisarcio. Domine che slanci! Gli viene appresso il buero di Sassari il griggio d'Ampurias vorrebbe raggiungerlo; ma si – aspetta un altro poco che ti farà vedere la coda.... Anche l'Isabella di Sorres aspira ad un premio [...] Al primo fu donato un drappo di costoso damasco; al secondo altro drappo di brocato ed al terzo, del velluto. Gli altri non si ebbero che parole di conforto.

colori, costumi, flora e fauna, gente, geografia, lingua, modi di dire

p. 38
Una grande sciagura: il castano dei monaci di Salvenero deviò la strada e precipitò da quella roccia là fracassando se e il povero fantino!

colori, geografia

p. 42
Il lettore non avrà dimenticato quel Valentino, il quale aveva giurato pel Santo protettore di Torres, vendicarsi dell'offesa ricevuta dalla cavalcata del Bastardo, o meglio da uno dei cavalieri di essa.

geografia

Indietro1 . 2 . 3 . 4 . 5 . 6 . 7 . 8 . 9 . 10 ......Avanti
 
Centro di Studi Filologici Sardi - via dei Genovesi, 114 09124 Cagliari - P.IVA 01850960905
credits | Informativa sulla privacy |