HOME
 
CHI SIAMO
 
PUBBLICAZIONI
 
AUTORI
 
PERIODICI
 
DIDATTICA
 
LESSICO
 
BIBLIOGRAFIA
 
RECENSIONI
 
EVENTI
 
ADMIN
 
CREDITS
Vai all'indice di questa sezione
FILIPPO ADDIS

biografia

opere

bibliografia

antologia

Nasce a Luras, piccolo centro della Gallura, il 9 luglio 1884 da Sebastiano e Lucia Forteleoni, una delle famiglie più facoltose e in vista della zona. È visceralmente legato al fratello Lorenzo e alla sorella Giovanna. Nel paese natale può frequentare solo la terza elementare, mentre per ultimare gli studi di primo grado è costretto a recarsi quotidianamente a piedi a Calangianus. Di qui si trasferisce a Tempio dove frequenta il ginnasio e poi a Torino dove porta a termine gli studi liceali al “Gioberti”. Risale a questi anni la collaborazione con alcune riviste torinesi “Gazzetta di Torino” e “Il Paese” dove pubblica alcune novelle. Rimane profondamente scosso della morte, avvenuta il 6 marzo 1898, in seguito ad un duello causato per ragioni politiche, di Felice Cavallotti, uomo politico, repubblicano e scrittore che aveva conosciuto nel 1896, quando aveva appena dodici anni, a Tempio. Egli era solito stupire coetanei e non narrando con grande maestria frottole, fiabe, barzellette frutto della sua fervida ed estrosa fantasia e che talvolta gli costò l’accusa di plagio letterario.

Proseguì gli studi universitari a Firenze iscrivendosi alla facoltà di lettere. Qui ha come maestro il prof. Guido Mazzoni che continuamente lo sprona affinché continui a scrivere racconti e novelle. Consegue a Roma il 15 novembre 1909 il titolo discutendo una tesi su Giuseppe Manno. Stringe amicizia con Guido Mazzoni, Ernesto Monaci, Bernardino Varisco e Angelo de Gubernatis, Salvator Ruju e Antonio Ballero. Nel 1910 rientra in Sardegna e si dedica a Sassari all’insegnamento nelle scuole medie per poi passare all’Istituto Tecnico, conducendo, al contempo, una vita modesta e appartata, dedita agli studi, soprattutto linguistici, e alla critica letteraria. Sposa una ragazza di Sorso, Maria Nali, e accanto a lei trascorrerà l’intera vita, senza avere mai figli. Partecipa con intellettuali della statura di Pietro Casu, Giovanni Antonio Mura, Filiberto Farci al progetto della rivista “Il Nuraghe” di Raimondo Carta Raspi. Raccoglie in volume alcune novelle dando vita a Il Divorzio (1920) con cui si allontana dai moduli narrativi propri della Deledda. Scrive, di ambientazione tipicamente lurese, Giagu Iscriccia (1924), cui seguono le raccolte Il fior del Melograno (1929), I Bipedi (1932), I Quadrupedi (1934), Il Moro (1936), Vecchia Sardegna (1939) e La Sughera di Campanadolzu (1950). Negli ambienti letterari è subito conosciuto ed apprezzato un suo saggio su Salvatore Farina (1942). Durante gli anni della Seconda Guerra Mondiale si limita a pubblicare brevi racconti e scritti di recensione letteraria su alcuni giornali sardi tra cui “L’Isola” e “Almanacco Letterario della Sardegna”. A partire dagli anni Cinquanta si dedica con maggiore profusione d’impegno all’attività di critico e polemista. Il 17 ottobre del 1954, come riconoscimento dell’attività di insegnante, riceve da parte del Presidente della Repubblica, il diploma di medaglia d’oro al merito della pubblica istruzione. Nel 1962 pubblica il romanzo Renata e nel 1967 Santina Liori. Muore a Sassari nel febbraio del 1974.

Opere

Gloria oratoria. Novella, “Fanfulla della Domenica”, 44-45, 1905.

Il Divorzio (novelle), Torino, Baravalle e Falconieri, 1920.

Giagu Iscriccia (romanzo), Torino, Casa Editrice Giovanni Chiantore, 1924.

La preghiera (novella), “Il Nuraghe”, Cagliari, II, 20-21, 1924.

La Preghiera (novella), “Il Nuraghe”, Cagliari, 20-21, 15 settembre-15 novembre 1924.

Minniu Prammina (novella), “La Regione”, 2, marzo-aprile 1925.

Minniu Prammina (novella), “L’Isola”, 21 febbraio 1926.

Come nacqueGiagu Iscriccia”, “Confidenze”, 1925.

La commedia (novella), “Il Nuraghe”, Cagliari, III, 33, 15 ottobre-15 novembre 1925.

La commedia (novella), “Il Popolo di Roma”, 75, 27 marzo 1926.

Sei ben figlio suo!... (novella), “L’Isola”, 110, 9 maggio 1926.

Il cavalier Saverio Debovis, “Mediterranea”, 2, febbraio 1927.

Il vitello (novella), “Il Nuraghe”, Cagliari, 50, 15 marzo-15 aprile 1927.

Le sciocchezze di Pasquale (novella), “L’Impero”, 19 aprile 1927.

Il fior del melograno, “Il Nuraghe”, Cagliari, VI, 60, 15 gennaio-15 febbraio 1928.

Il fior del melograno (novelle), Torino, Chiantore, 1929.

Gli indovinelli di Lucia Addis Forteleoni, “Sardegna”, 14 aprile 1930.

Le Bestie dei miei Amici: I Bipedi (novelle), Torino, Chiantore, 1932.

Le Bestie dei miei Amici: I quadrupedi (novelle), Milano, La Prora, 1934.

Il Moro, Milano, La Prora, 1936.

Vecchia Sardegna, Milano, La Prora, 1939.

Un ingresso trionfale,“La Fionda”, 8 giugno 1941.

Economia domestica, “La Fionda”, 7 luglio 1941.

Si preparano le onoranze a Salvatore Farina, “L’Isola”, 12 ottobre 1941.

Salvatore Farina, Sassari, Gallizzi, 1942.

Ricordo di Raffa Garzia, “Riscossa”, 24 giugno 1946.

Per il Mistero della Groppa, “Gazzetta sarda”, 21 settembre 1948.

Un branco di puledri, “Rinascita Sarda”, 25 ottobre 1948.

“Huttura”e “Huttalabì”, fratelli siamesi, “Corriere dell’Isola”, 1 dicembre 1948.

Quella groppa nera come il tormento, “Corriere dell’Isola”, 3-4-9 febbraio 1949.

Nero come il tormento. Scherziamo sul serio?, “Corriere dell’Isola”, 11 febbraio 1949.

Per il Mistero della groppa. Carote, finocchi, vernaccia e malvasia, “Gazzetta Sarda”, 21 febbraio 1949.

La nera nostalgia dell’orbace. Un pronto chiarimento, “Corriere dell’Isola”, 15 febbraio 1949.

Il canzoniere di Pietro Mazza, Sassari, Gallizzi, 1950.

I miei sogni (novella), “La Nuova Sardegna”, 16 novembre 1950.

L’altano di zio Cosimo (novella), “La Nuova Sardegna”, 26 novembre 1950.

La sughera di Campanadolzu. Storie di Gallura, Torino, Gambino, 1950.

Una gita a “Li Reni” (5 puntate), “La Nuova Sardegna”, 1951.

La vendetta del novelliere (12 puntate), “La Nuova Sardegna”, 1953-1954.

Un umorista: Filippo Petroselli, “L’Unione Sarda”, LXVI, 78, 4 aprile 1954.

Il Torello (novella), “La Nuova Sardegna”, 2 dicembre 1958.

Il santo e il fariseo (novella), “La Nuova Sardegna”, 11 novembre 1958.

Ricordo di Lorenzo Addis, “La Nuova Sardegna”, 31 marzo 1963.

Epigrafe, a Fertilia, in onore a Giuseppe Biasi, “La Nuova Sardegna”, 8-11 aprile 1963.

Lettera di F. Addis a Salvator Ruju per il libro “Ore del mio giardino”, “La Nuova Sardegna”, 17 settembre 1961.

“Scrittori Sardi nati nel sec. XIX” di R. Bonu, “La Nuova Sardegna”, 14 dicembre 1961.

Ricordo di Lorenzo Addis, “La Nuova Sardegna”, 31 marzo 1963.

L’opera di Gavino Paratori Satta, “La Nuova Sardegna”, 21 dicembre 1963.

L’opera di Sebastiano Satta, “La Nuova Sardegna”, 15-20 dicembre 1964.

“I canti della Costa Smeralda” di Salvatore Deledda, “La Nuova Sardegna”, 12-14 gennaio 1967.

Santina Liori (romanzo), Sassari, Tipografia Editrice Moderna, 1967.

Foresadu e Cosinu (di Raimondo Bonu), Sassati, Tipografia Editrice Moderna, 1967.

Meglio sposarsi che ardere, “La Nuova Sardegna”, 27 giugno 1969.

Lettera a Carlino Sole, “La Nuova Sardegna”, 3 marzo 1974.

Novelle di Sardegna, antologia per le scuole secondarie con prefazione, commento e note di C. Sole, Cagliari, Editrice Fossataro, 1974.

Bibliografia

• M. PERANTONI, [recensione a Il Divorzio], “La Nave”, III, 9, novembre 1920.

• P. GOBETTI, [recensione a Il Divorzio], “Poesia e Arte”, II, 12, dicembre 1920.

• L. GIGLI, [recensione a Il Divorzio], “Gazzetta del Popolo”, 22 dicembre 1920.

• S. RUINAS, [recensione a Il Divorzio], “Il Tempo”, 10-11 febbraio 1921.

• E. TAMPONI, [recensione a Il Divorzio], “Il Tempo”, 18-19 febbraio 1921.

• M. BASSI, [recensione a Il Divorzio], “La Stampa”, 24 febbraio 1921.

• G. A. DEROSAS, La satira nelle novelle di uno scrittore sardo, “L’Unione Sarda”, Cagliari, XXXIII, 190, 14 agosto 1921.

• G. A. DEROSAS, Artisti Sardi, “L’Unione Sarda”, Cagliari, XXXIII, 288, 9 dicembre 1921.

• G. M. S., [recensione a Il Divorzio], “Il Progresso”, 27 febbraio 1921.

• G. M. S., [recensione a Il Divorzio], “La Corrente”, 10, 12 aprile 1921.

• N. FRONGIA, [recensione a Il Divorzio], “Il Giornale D’Italia”, 8 maggio 1921.

• P. GORGOLINI, [recensione a Il Divorzio], “Paraviana”, 1 luglio 1921.

• G. A. DEROSAS, [recensione a Il Divorzio], “L’Unione Sarda”, Cagliari, 14 agosto 1921.

• P. VALACCA, [recensione a Il Divorzio], “Vestigia”, novembre 1921.

• E. CHIRI, [recensione a Il Divorzio], “La Commedia della Domenica”, 15 gennaio 1922.

• V. PICCOLI, [recensione a Il Divorzio], “I Libri del Giorno”, febbraio 1922.

• S. RUINAS, [un “profilo” dell’Addis], “Il Messaggero”, 2 marzo 1922.

• S. RUINAS, [recensione a Poesia e Prosa], “La Nuova Sardegna”, Sassari, 11-12 novembre 1922.

• D. B., [recensione a Il Divorzio], “La Parola e il Libro”, dicembre 1922.

• P. DEMURO, Fra libri e giornali: Giagu Iscriccia di Filippo Addis, “La Nuova Sardegna”, Sassari, 3-4 aprile 1923.

• P. DEMURO, [recensione a Giagu Iscriccia], “Il Tempo”, 15 aprile 1923.

• D. PROVENZAL, [recensione a Il Divorzio], “Bilchxinis”, aprile 1923.

• M. PERANTONI, L’amore nel romanzo e nella novella dello scrittore sardo, “La Nuova Sardegna”, Sassari, 23-24 maggio; 4-5 luglio 1923.

• E. CONCAS, [recensione a Il Divorzio], “Il Giornale di Sardegna”, 10 ottobre 1923.

• M. PERANTONI, L’amore nel romanzo e nella novella dello scrittore sardo, “L’Unione Sarda”, Cagliari, XXXV, 256, 28 ottobre 1923.

• S. PIRAS, [recensione a Il Divorzio], “La Sardegna Scolastica”, 10-25 settembre 1923.

• P. GODETTI-F. RUSSO-L. FALCHI-G. SAVI, Giudizi su “Giacca Iscriccia”, in F. ADDIS, Giagu Iscriccia, Romanzo, Torino, Chiantore, 1924.

• S. RUINAS, “Giagu Iscriccia” di Filippo Addis, “L’Unione Sarda”, Cagliari, XXXVI, 39, 6 giugno 1924.

• S. RUINAS, Giacu Iscriccia di Filippo Addis, “L’Unione Sarda”, Cagliari, 8 giugno 1924.

• F. RUSSO, [recensione a Il Divorzio], “Il Mezzogiorno”, 8-9 giugno 1924.

• A. ROVAIO, [recensione a Il Divorzio], “Il Giornale d’Italia”, 11 ottobre 1924.

• S. RUJU, Giagu Iscriccia di Filippo Addis, “Il Giornale di Sardegna”, 18 gennaio 1925.

• S. RUJU, [recensione a Giagu Iscriccia], “L’Isola”, 22 gennaio 1925.

• P. GOBETTI, [recensione a Giagu Iscriccia], “Il Baretti”, 1 febbraio 1925.

• F. RUSSO, Chiacchiere al Caffè, Novelle Sarde, “Il Mezzogiorno”, 8-9 febbraio 1925.

• L. FALCHI, Giagu Iscriccia, “Il Giornale d’Italia”, 10 febbraio 1925.

• P. MARICA, Scrittori sardi. Il deleddismo e “Giagu Iscriccia”, “L’Unione Sarda”, Cagliari, XXXVII, 34, 10 febbraio 1925.

• S. PIRAS, [recensione a Giagu Iscriccia], “Rivista di lettura”, 15 febbraio 1925.

• N. PEDDE, [recensione a Giagu Iscriccia], “La Nuova Sardegna”, Sassari, 16-17 febbraio 1925.

• S. RUINAS, Il Divorzio e Giagu Iscriccia di Filippo Addis, “Il Popolo d’Italia”, 22 febbraio 1925.

• S. PIRAS, [recensione a Giagu Iscriccia], “Sardegna”, 25 febbraio 1925.

• S. PIRAS, [recensione a Giagu Iscriccia], “Giornale della libreria”, 28 marzo 1925.

• S. RUINAS, [recensione a Giagu Iscriccia], “Le Forze Nuove”, 29 marzo 1925.

• P. MARICA, [recensione a Il Divorzio], “L’Unione Sarda”, Cagliari, 21 marzo 1925.

• A. VINARDI, [recensione a Giagu Iscriccia], “Il Gazzettino”, 15-21 maggio 1925.

• G. SCANO, Giagu Iscriccia di Filippo Addis, “Il Nuraghe”, Cagliari, 15 maggio-15 giugno 1925.

• M. CAPOCACCIA, [recensione a Giagu Iscriccia], “Le opere e i giorni”, giugno 1925.

• G. SCANO, [recensione a Giagu Iscriccia], “Il Solco”, 26-27 giugno 1925.

• P. GORGOLINI, [recensione a Giagu Iscriccia], “Il Nazionale”, 11 luglio 1925.

• L. GIGLI, [recensione a Giagu Iscriccia], “Gazzetta del Popolo”, 30 settembre 1925.

• F. F. GUERRIERI, [recensione a Giagu Iscriccia], “Corriere Meridionale”, 5 novembre 1925.

• G. TITTA-ROSA, [recensione a Giagu Iscriccia], “La Fiera Letteraria”, 20 giugno 1926.

• G. SAVIOTTI, [recensione a Giagu Iscriccia], “Leonardo”, agosto 1926.

• M. MUNDULA, [recensione a Giagu Iscriccia], “L’Italia che Scrive”, agosto 1926.

• A. ZUCCA, [recensione a Giagu Iscriccia], “L’Ordine Fascista”, settembre 1926.

• E. PILIA, La letteratura narrativa in Sardegna. Lo svolgimento della novella, “Il Nuraghe”, Cagliari, IV, 45, 15 ottobre-15 novembre 1926.

• E. PILIA, “Il Divorzio” di Filippo Addis, “Il Nuraghe”, Cagliari, 15 ottobre-15 novembre 1926.

• P. DEMURO, Filippo Addis umorista, “L’Impero”, 27 marzo 1927.

• R. CARTA RASPI, Artisti, poeti e prosatori di Sardegna, Cagliari, 1927, pp. 356-358.

• S. RUINAS, Filippo Addis, in La Sardegna e i suoi scrittori, Foligno, Franco Campitelli Editore, 1927, pp. 127-141.

• P. DE MURO, [sull’umorismo dell’Addis], “L’Impero”, 27 marzo 1927.

• AVI (A. VINARDI), [recensione a Il Divorzio], “Il Gazzettino”, 28 gennaio 1928.

• P. CARDI GIUA, Filippo Addis, “L’Unione Sarda”, Cagliari, XLI, 29, 3 febbraio 1929.

• T. DE NUGORO, Filippo Addis, “L’Unione Sarda”, Cagliari, 3 febbraio.

• T. DE NUGORO, Filippo Addis, “Corriere dell’Isola”1929.

• P. CARDI GIUA, “Il fior del Melograno” di Filippo Addis, XLI, 180, 28 luglio 1929.

• R. CIASCA, Bibliografia sarda, Roma, 1931-34, vol. I, pp. 9-10, nn. 80-94.

• M. COL, Libri di sardi, “L’Isola”, 9 agosto 1932.

• R. CONTU, Della Sardegna e dei Sardi, “Il Giornale d’Italia”, 31 agosto 1932.

• M. BRANCA, Il nuovo libro di novelle di Filippo Addis, “Giornale d’Italia”, 9 settembre 1932.

• B. FIORI, Spunti di letteratura e di arte, “Il Popolo di Roma”, 22 settembre 1932.

• A. PIRODDA, I Bipedi, “Sardegna”, settembre-ottobre 1932.

• N. BARRANCA, Scrittori Sardi: Filippo Addis, “Sardegna”, novembre 1932.

• F. M. PUGLIESE, L’arte l’anima di Filippo Addis, “L’Unione Sarda”, Cagliari, XLV, 37, 12 febbraio 1933.

• V. ORAZI, Novelle di Filippo Addis, “L’Impero”, 2 maggio 1933.

• G. DORO, Filippo Addis: I Bipedi, “Convivium”, novembre-dicembre 1933.

• L. BIANCO, Filippo Addis novelliere, Cagliari, 1933.

• A. SCANO, Quadri intellettuali della Sardegna, Cagliari, 1935.

• C. SOLE, Filippo Addis e la critica. Contributo bibliografico, Torino, S.E.I., 1935.

• L. FALCHI, Il bestiarium di Flippo Addis, Cagliari, 1935.

• A. BIANCOTTI, Idee, uomini e libri: Filippo Addis, “Il Nazionale”, XIII, gennaio 1935.

• M. COL, “Le bestie dei miei amici: I quadrupedi” di Filippo Addis, “L’Unione Sarda”, Cagliari, XLVII, 55, 5 marzo 1935.

• B. CARA, “Vecchia Sardegna” di Filippo Addis, LII, 78, 31 marzo 1940.

• F. M. PUGLIESE, Filippo Addis, “Il Quotidiano Sardo”, 6 novembre 1947.

• P. CARDI GIUA, Sfortuna delle parole, “Il Corriere dell’Isola”, 9 febbraio 1949.

• P. CARDI GIUA, Tormento nero come l’orbace (per fatto personale), “Il Corriere dell’Isola”, 13 febbraio 1949.

• P. P. PABA, Scherzosamente risponde P. P. Pala a F. Addis, “La Gazzetta Sarda”, 28 febbraio 1949.

• s.a., Salotto, “Il Corriere dell’Isola”, 2 marzo 1949.

• s.a., Singolare sviluppo di una sfida letteraria, “La Nuova Sardegna”, Sassari, 2 marzo 1949.

• s.a., Plagosus orbilius, “Voce Universitaria”, 5 marzo 1949.

• s.a., Tanto va l’Addis al Sedda che ci lascia lo zampino (Gli eterni rompiscatole), “Voce Universitaria”, 5 marzo 1949.

• s.a., Decisamente rifiuta il professore sfidato, “La Gazzetta Sarda”, 7 marzo 1949.

• G. BITELLI, Cenno introduttivo in F. Addis, La sughera di Campanadolzu, Storie di Gallura, Torino, Gambino, 1950.

• M. SABA, Seguendo la Sardegna e i sardi, “La Nuova Sardegna”, 10 giugno 1951.

• F. CABRAS, Per la ristampa di Giacu Iscriccia di Filippo Addis, “Pensiero Mazziniano”, 7-8-10, luglio-agosto 1951.

• P. MARICA, Le nozze d’oro con la letteratura dello scrittore sardo Filippo Addis, “Il Tempo”, 24 giugno 1954.

• F. ALZIATOR, Storia della letteratura di Sardegna, Cagliari, Edizioni Della Zattera, 1954, p. 500.

• R. BONU, Scrittori sardi, Sassari, 1961, vol. II, pp. 635-358.

• G. FADDA, Filippo Addis, Sassari, Tipografia Poddighe, 1962.

• G. FADDA, Filippo Addis, l’uomo e lo scrittore, “La Nuova Sardegna”, 21 gennaio 1962.

• S. FIORI, Arte e stile di Filippo Addis, “Libertà”, 7 agosto 1964.

• R. BONU, Santina Liori: romanzo di Filippo Addis, “La Nuova Sardegna”, 16 maggio 1968.

• F. FULGHERI, Il popolo della narrativa post-deleddiana, “La Nuova Sardegna”, 25 novembre 1971.

• G. DESSÌ-N. TANDA, Narratori di Sardegna, Milano, Mursia, 1973, pp. 107-123.

• P. DEMURO, Il mondo di Filippo Addis (introduzione a Giagu Iscriccia), Cagliari, Edizioni Della Torre, 1974.

• S. RUJU, Filippo Addis novelliere animalista, “La Nuova Sardegna”, 3 marzo 1974.

• A. MUNDULA, Filippo Addis e Salvator Ruju, guardiani di una tradizione, “La Nuova Sardegna”, 3 marzo 1974.

• N. TANDA, Dal mito dell’isola all’isola del mito, Roma, Bulzoni, 1992, pp. 132; 231.

• G. PIRODDA, La Sardegna, in Letteratura Italiana Storia e Geografia, vol. III, L’età contemporanea, Torino, Einaudi, 1989, p. 960.

• G. MARCI, Narrativa sarda del Novecento. Immagini e sentimento dell’identità, Cagliari, Cuec, 1991, pp. 93-101.

• M. CIUSA ROMAGNA, Pittori in Sardegna fra Ottocento e Novecento, in La Sardegna. Enciclopedia, a cura di M. BRIGAGLIA, Cagliari, Edizioni della Torre, 1994, vol. I, sez. Arte e Letteratura, p. 104.

• N. TANDA, Un’odissea de rimas nobas. Verso la letteratura degli italiani, Cagliari, Cuec, 2003.

• G. MARCI, In presenza di tutte le lingue del mondo. Letteratura sarda, Cagliari, Centro di Studi Filologici Sardi/Cuec, 2005.

Antologia

 
Centro di Studi Filologici Sardi - via dei Genovesi, 114 09124 Cagliari - P.IVA 01850960905
credits | login | Informativa sulla privacy |