HOME
 
CHI SIAMO
 
PUBBLICAZIONI
 
AUTORI
 
PERIODICI
 
DIDATTICA
 
LESSICO
 
BIBLIOGRAFIA
 
RECENSIONI
 
EVENTI
 
ADMIN
 
CREDITS
Vai all'indice di questa sezione

FILIPPO ADDIS


Torino, Baravalle e Falconieri,
Il divorzio
Filippo Addis

- Divorzio! Divorzio! tonava dal pulpito don Zorra. Divorzio! Divorzio! Ecco la parola esecranda  che corre oggi di bocca in bocca dall'un canto all'altro d'Italia! Divorzio! Divorzio! Questo nome immondo con cui si designa la più turpe istituzione che menti di creature grufolanti  nel brago  abbian potuto mai concepire; questo atroce e amarissimo vocabolo, che impulso di carità umana mi costringe a proferire fra queste mura consacrate; hoc satanicum verbum , che mi strazia gli orecchi, impastoia la lingua, allega i denti tenebras menti meae offundit ; questa sconcia, lubrica e putrescente  parola, che attenta alle più nobili tradizioni e ammorba  come pestifera zaffata il domestico santuario, vi inspiri, fratelli e sorelle in Gesù Cristo, ribrezzo invincibile e odio profondo!
Il mastodontico predicatore incalzava, rovesciando un ruzzolio d'apostrofi, invettive e intemerate  sulle spalle dei ribaldi, «miranti, con tensione frenetica di tutto l'essere loro, a lacerare i vincoli tenaci della famiglia»; investiva con accanimento gli empi, «feccia vituperosa  d'incoscienti protervi  o di fatue  pagliucole», accompagnando le inclementi sfuriate con pugni rimbombanti, con scatti irruenti, con un tumultuoso stravolger d'occhi, aggrottar di sopracciglia e storcer brusco di labbra; si sferrava con bavosa virulenza  contro i corrotti, «smidollati come canne e tuttavia rosi dal verme della foia», i quali, da esosi e goffi dileggiatori  della monogamia, agognavano di sostituire «all'unica moglie» un «unico arem», alla castigatezza dei costumi la dissolutezza del vivere, alla morigeratezza  patriarcale le modernissime porcherie.

 
Centro di Studi Filologici Sardi - via dei Genovesi, 114 09124 Cagliari - P.IVA 01850960905
credits | login | Informativa sulla privacy |