HOME
 
CHI SIAMO
 
PUBBLICAZIONI
 
AUTORI
 
PERIODICI
 
DIDATTICA
 
LESSICO
 
BIBLIOGRAFIA
 
RECENSIONI
 
EVENTI
 
ADMIN
 
CREDITS
Vai all'indice di questa sezione
GLOSSARI

Condaxi Cabrevadu

Predu Mura. Sas poesias d'una bida

Il condaghe di San Gavino

Agricoltura di Sardegna

Il registro di San Pietro di Sorres

Il condaghe di San Michele di Salvennor

Il condaghe di Santa Maria di Bonarcado

Sa Vitta et sa Morte, et Passione de sanctu Gavinu, Prothu et Januariu

PAGINE CORRELATE

Pubblicazioni

Seleziona un glossario: Lettera:

Opera di riferimento: Agricoltura di Sardegna

Spiatadu, s. m. sing. una qualità di formaggio simile a “sa fresa”, parrebbe un italianismo ma è probabilmente una corruzione del p. pass. di “isprettare”, lo stesso che “aprettáre”, il coagulare del sangue ma anche del formaggio, = sp. apretar, che ha anche le varianti altolog appyettare, appyattare in cui è evidente l’immistione seriore del concetto dell’impiattamento della cagliata per farne uscire il siero. La via fonetica è chiara infatti il nesso p+r+voc. delle varianti centrali e del logudorese del sud (Marghine, Montiferru) dà in altolog. p+ y+ voc. cfr. “proínde” log. sud. , “pioínde” altolog.= piovendo forse a causa di una maggiore innovatività della lingua in relazione alla presenza dell’Italiano da tempi più antichi. In “Agricoltura di Sardegna” di A. Manca Dell’Arca, parte quinta, capo IV, pag. 300, 301, 2 occorr.


 
Centro di Studi Filologici Sardi - via dei Genovesi, 114 09124 Cagliari - P.IVA 01850960905
credits | login | Informativa sulla privacy |