HOME
 
CHI SIAMO
 
PUBBLICAZIONI
 
AUTORI
 
PERIODICI
 
DIDATTICA
 
LESSICO
 
BIBLIOGRAFIA
 
RECENSIONI
 
EVENTI
 
ADMIN
 
CREDITS
Vai all'indice di questa sezione
ALBERTO EMANUELE MARONGIU NURRA

biografia

opere

bibliografia

Nato a Bessude il 28 marzo 1794 e morto a Cagliari il 12 settembre 1866. Figlio di Diego Marongiu (giureconsulto) e di Nicoletta Nurra. Di antica nobiltà (il casato risale al 1443), studiò dapprima sotto la guida del gesuita Francesco Carboni, poi frequentò l’Università di Sassari dove si laureò in diritto canonico e civile. Fu ordinato sacerdote nel 1819. Divenne bibliotecario dell’Accademia di Superga a Torino. Tornato a Sassari fu nominato nel 1825 canonico, poi vicario e, otto anni dopo, vicario generale della cattedrale. Nel 1842 divenne arcivescovo di Cagliari.

Aveva intanto dato vita nella sua casa a un salotto letterario, fondando l’“Accademia filologica”: per questa e per altre sue attività non direttamente inerenti al suo apostolato, fu sospettato dal Viceré Villamarina di dare inizio a una lega di vescovi contro il potere temporale. Carlo Alberto, pur non dando credito all’accusa, non dubitava che egli “fosse l’anima di un partito puro sardo che avesse tendenza di opposizione anzi di indipendenza”. A fugare ogni sospetto sul suo conto valse l’appoggio dato nel 1847 alla fusione dell’Isola col Piemonte. Non furono pochi tuttavia i contrasti con l’autorità statale, specie a proposito dell’abolizione delle decime, di altri privilegi e del foro ecclesiastico. Contro di lui si levò l’“Indicatore sardo”, organo governativo, e il “Risorgimento”, giornale di Cavour. A conclusione di queste polemiche, il Marongiu Nurra fu privato della sua carica e andò esule a Civitavecchia, poi a Roma. Poté tornare a Cagliari solo il 1 marzo 1866.

Opere

Elogio funebre di Carlo Felice I. di Savoia re di Sardegna, di Cipro, e di Gerusalemme detto il di 17 giugno 1831, omaggio di gratitudine della citta di Sassari, Torino, G. Marietti, 1831.

Turritanum T. Flavii Iustini marmor commentario illustratum ab Emmanuele Marongio Nurra canonico turritano, Saceri, Ex Typ. Archiepiscopali apud Checcucci et Parodi, [dopo il 1835].

Epistola pastoralis ad clerum et populum caralitanae archidioeceseos, Saceri, apud Raymundum Azara Typ. Archiepiscopi, imprim. 1842.

• Lettere pastorali (al clero e al popolo della diocesi di Galtelli-Nuoro e di Cagliari; dal 1842 al 1865), Cagliari, tip. Arcivescovile, 1842.

[Sia benedetto e ringraziato il gran Padre delle misericordie che volgendo sopra di noi le pietose sue pupille ci liberò dalla morte ..], Cagliari, Tipografia Arcivescovile, [1843?].

[Meditando tra noi stessi, Ven. Fr. e Figliuoli dilettissimi in G. C., la benignità del Signore a profusione manifesta in pro delle nostr'anime ...], Cagliari, Tipografia Arcivescovile, [1944?].

[Sebbene, Venerabili Fratelli, e Figliuoli in G. C. carissimi, il Gregge delle Nostre Pastorali cure commesso Ci abbia dati sempre motivi chiari di consolazione per l’attacamento alla Fede...], Cagliari, Tipografia Arcivescovile, [1845?].

Compendio dell'opera Monita ad parochos etc. auctore Johan. Casp. Soetler impressa in Argentina nel 1779, Cagliari, Tipografia Arcivescovile, 1845.

[In un tempo in che i flagelli di Dio giustamente con esso noi sdegnato ci affliggono da ogni lato, sia per far prova della costante virtù dei buoni, sia per muovere a conversione i malvagi...], Cagliari, Tipografia Arcivescovile, [1847?].

[La dolcezza e mansuetudine del nostro benefico monarca mai non impugnava la spada che soltanto per liberare gli oppressi, ...], [Cagliari], Tipografia Arcivescovile, [1848?].

Narrazione compendiosa della miracolosa venuta del simulacro della Beatissima Vergine di Buonaria al real convento dell'ordine militare Della Mercede nella città di Cagliari capitale del regno di Sardegna, Cagliari, Tipografia Timon, [1849].

Pastorale per la Quaresima del 1849, [Cagliari], Tipografia Arcivescovile, [1849?].

Lettera pastorale al clero e popolo della diocesi di Cagliari ed unita per l'immacolato concepimento della SS. Vergine Maria e per le sue nuove ore canoniche, Cagliari, Tipografia Arcivescovile, 1849.

• Peculiare festivum de beatissimae virginis Mariae conceptu immaculato: a Pio 9. pontefice optimo maximo: romano clero recentissime concessumet de eiusdem facultate, Carali, Ex Typ. Archiepiscopali, 1849.

[Lettera dell'arcivescovo di Cagliari al presidente del senato], Genova, Stabilimento Tipografico Ponthenier, [1852?].

Della cura pastorale: libro del sommo pontefice S. Gregorio il Grande tradotto in lingua italiana da Monsig. Emanuele Marongiu-Nurra, Torino, Biblioteca Ecclesiastica, 1858.

Considerazioni filologiche intorno ai Nuraghi lette all’Accademia di Sassari nel 1840, Roma, Tipografia Contedini, 1861.

L’immortalita dell'anima umana e la divinià di Gesu Cristo, Genova, Stabilimento Tipografico Giacomo Caorsi, 1864.

Intorno al potere temporale dei Pontefici: lettera dell'arcivescovo di Cagliari al senatore Giovanni Siotto Pintor e risposta, Milano, Tipografia P. Agnelli, 1864.

• Il libro dei salmi secondo la volgata, s.l., Tipografia Azuni, [1877?].

Considerazioni filologiche intorno ai Nuraghi lette all’Accademia di Sassari nel 1840, Sassari, 1911.

Il libro dei salmi secondo la volgata, s.l., Tipografia Azuni, s.d.

Bibliografia

• R. CIASCA, Bibliografia sarda, Roma, Collezione meridionale editrice, 1931-34, vol. III, p. 71, nn. 10733-10741.

• G. SIOTTO PINTOR, Storia letteraria di Sardegna, Cagliari, Tipografia Timon, 1843-44, vol. II, p. 381. vol. III, pp. 233, 352, 425, 437, 506.

• F. CORONA, Cronologia sarda, “Bullettino Bibliografico sardo”, Cagliari, 1905, vol. V, p. 123, not. 457-458.

• R. BONU, Scrittori sardi, Sassari, Gallizzi, 1961, vol. II, pp. 243-260.

 
Centro di Studi Filologici Sardi - via dei Genovesi, 114 09124 Cagliari - P.IVA 01850960905
credits | login | Informativa sulla privacy |