HOME
 
CHI SIAMO
 
PUBBLICAZIONI
 
AUTORI
 
PERIODICI
 
DIDATTICA
 
LESSICO
 
BIBLIOGRAFIA
 
RECENSIONI
 
EVENTI
 
ADMIN
 
CREDITS
Vai all'indice di questa sezione

NICOLA LECCA


Venezia, Marsilio, 2000
Ritratto notturno
Nicola Lecca

Ouverture


L'impazienza sorprese Anne-Rose nella sala in cui le valigie di tutti i passaggeri avrebbero presto sfilato senza distinzione di classe: le povere – come la sua – e quelle di Louis Vuitton che uno speciale involucro avrebbe dovuto proteggere dalle mani callose degli scaricatori ( così s'era sentita dire dalla vicina di posto, poco prima che l'aereo atterrasse). Gli occhi fissi sulla piccola sirena ancora spenta attendevano una luce, un sibilo: l'annuncio che la riconsegna stava per incominciare.
Ognuno con il proprio carrello si stringeva lungo le sponde del nastro: anche Anne-Rose, che aveva trovato posto proprio davanti all'imboccatura, per guadagnare tempo. Di fianco a lei un giovane oscuro la fissava con insistenza, con rabbia; la urtò, perfino, col gomito sudato e le soffiò sul volto una nube sottile di fumo: erano sigarette senza filtro, quelle forti che fumano i marinai, quelle con la gitana nera dipinta sul pacchetto blu.
In principio Anne-Rose aveva tentato di non guardarlo, ma era rimasta attratta dai suoi occhi, azzurri, strani, inadatti a quel corpo in cui, certamente, erano capitati per caso: rubati a un altro essere – gemme preziose – e incastonati senza alcuna grazia nel teschio sbagliato

 
Centro di Studi Filologici Sardi - Via Bottego 7, 09125 Cagliari - Tel. 070.344042 - Fax 070.3459844 - P.IVA 01850960905
credits | login |